RISPOSTA DEL GRUPPO CONSILIARE PD AL PRESIDENTE C.M.V. MARZI

Abbiamo letto con un po’ di stupore l’intervento del Presidente della Comunità Montana Marzi in difesa del suo operato rispetto alla grande risorsa rappresentata dal centro “Tevere Expo” e dalla leggerezza con cui ha affrontato la proposta di sviluppo promozionale seria e certificata dalla qualità e livello di presenza del settore artigiano di Sansepolcro.

Ritenevamo infatti, erroneamente, che il Presidente Marzi avesse una visione programmatica complessiva della economia del territorio che è stato “nominato” ad amministrare.

Non vale infatti nascondersi dietro le argomentazioni di “sicurezze” e “messa a norma”: a questo dovrebbero provvedere gli uffici (così come al recupero di qualche fontanile o della passeggiata lacustre). Gli ultimi interventi dei presidenti che hanno preceduto l’avventura Marzi sono stati il PSSE (Piano Sviluppo Socio-Economico) e, in precedenza, il Patto Territoriale che tanti investimenti ha promosso in Valtiberina. E questi sono solo gli ultimi provvedimenti.

Il presidente avrebbe dovuto accogliere con entusiasmo, e non col bastone, le proposte del consorzio “Terra della Valtiberina” per la promozione di quella economia artigiana che ha nel nostro territorio un ruolo decisivo, viste le difficoltà del settore industriale e l’incognita Buitoni. Forse si poteva far rinunciare il sindaco di Sansepolcro a qualche “sbiciclettata” costata svariate migliaia di euro ed andare incontro ad una promozione seria come quella proposta.

Quanto al destino della struttura, il Presidente Marzi sa benissimo che la proprietà non è della Comunità Montana e la delega di gestione da parte del comune è limitata a due anni, di cui uno già trascorso. Come sa benissimo che non è prevista “tacita proroga”, ma dovrà giustificarne l’uso proficuo per la collettività se vorrà il rinnovo della convenzione. Quanto alle soluzioni finali “alla luce delle scelte del piano strutturale” il Presidente sa bene “dall’interno” che questa amministrazione comunale non sarà in grado di portare in fondo il piano medesimo: mancano poco più di due anni alla scadenza del mandato e non sono sufficienti per approvare il piano.

Poi saranno i cittadini elettori a dire la loro

Il gruppo del PD in consiglio comunale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: